Ulivi del Salento: ulivi secolari che hanno tanto da raccontare

//Ulivi del Salento: ulivi secolari che hanno tanto da raccontare
  • Ulivi del Salento: due esemplari di alberi di ulivo secolari con un muretto a secco a delimitare la campagna

Ulivi del Salento: ulivi secolari che hanno tanto da raccontare

 

Gli ulivi del Salento arrivano da lontano sia nel tempo che nello spazio: nel tempo perché la loro comparsa in questa regione risale a diversi millenni fa, rinvenimenti di noccioli di olive in rocce del Neolitico sarebbero infatti la testimonianza che antiche popolazioni di questa terra si nutrivano di olive già 8-10000 anni fa, nello spazio perché il loro cammino verso la Puglia parte dal Mediterraneo orientale per passare dalla Grecia.

Gli ulivi del Salento tra storia e simbolismo

L’ulivo è una pianta che fa parte della storia dell’uomo, simbolo di pace e di amore, albero di lunga vita.

Gli ulivi sono simbolo di pace nel Vecchio e nel Nuovo Testamento: alla fine del Diluvio universale con una ramoscello di ulivo arriva da Noè per annunciare la pace e la riconciliazione tra Dio e gli uomini; Gesù, quando arriva a Gerusalemme, viene accolto dal popolo con foglie di palme e ramoscelli di ulivi, nella religione cattolica si ricorda questo episodio del Vangelo nella giornate delle Palme, e donando la sua vita diventa la riconciliazione tra Dio e gli uomini (il suo sacrificio nella vita terrena incomincia nell’Orto degli Ulivi).

L’amore per le piante di ulivo viene tramandato dai Greci i quali ricevettero dalla dea Atena una pianta di ulivo i cui frutti davano un liquido atto a illuminare la notte, dare calore alla casa, medicare le ferite e dare forza e nutrimento al popolo. La pianta di ulivo nacque dal bastone della lancia della dea Atena e con questo dono prezioso Zeus la scelse come dea dell’Acropoli e i soldati greci si schierarono per difendere la sacra pianta dai vari attacchi.

Nella cultura dei Romani, come noto hanno ereditato gran parte della cultura greca, tutti i cittadini illustri e i morti sono onorati con rami di ulivo e la leggenda narra che Romolo e Remo siano nati sotto un albero di ulivo.

Nel 2012 un ulivo con il suo olio è diventato il simbolo della dieta mediterranea, dieta e stile di vita scelti dalla First Lady Usa Michelle Obama nella sua campagna di sensibilizzazione contro gli abusi alimentari.

Gli ulivi del Salento hanno un volto e un’anima e sul tronco si nota il loro carattere e la loro storia scolpiti dai segni del tempo. L’uomo che dedica il suo tempo alla cura degli ulivi li disegna e senza volerlo racconta una storia e scrive una poesia, un legame d’amore che non ha mai perduto da quando ha incominciato a coltivarli.

Mi piace fotografare i miei ulivi, ulivi secolari che hanno tanto da raccontare.

2018-02-05T21:28:32+00:00

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie consulta la Cookie policy

Chiudi